19

16 MARZO: LA GIORNATA MONDIALE DEL SONNO

Home / News / 16 MARZO: LA GIORNATA MONDIALE DEL SONNO

16 MARZO: LA GIORNATA MONDIALE DEL SONNO

Il 16 marzo è la giornata mondiale del sonno e questo giorno ha lo scopo di richiamare l’attenzione sui disturbi provocati dall’assenza di riposo o di un cattivo sonno.
Più di 12 milioni di persone in Italia non riposano bene e 4 milioni quelle che soffrono di insonnia cronica. Un problema che peggiora in primavera. Per questo è stato scelto di dedicare un giorno al sonno il World Sleep Day, fondata dall’Associazione Mondiale di Medicina del Sonno.

Russare è quasi sempre visto come un disturbo del sonno e questo fenomeno diffuso nella popolazione aumenta significativamente con l’età. Il russamento può essere innocuo ma può anche diventare un pericolo per la salute: qualora il russamento fosse associato all’arresto respiratorio, potrebbero presentarsi i contorni di una grave malattia denominata APNEA OSTRUTTIVA DEL SONNO.

16 marzo: la giornata mondiale del sonno

Spesso, dormire poco o male, può derivare anche da uno stile di vita scorretto, come mangiare male o rimanere svegli fino a tardi. E’ bene seguire alcune regole d’oro, diffuse dagli esperti di medicina del sonno_

– essere regolari e andare a letto a orari fissi
– evitare di fare sonnellini durante il giorno e di mangiare in modo pesante a cena
– abbondare alcol e fumo prima di coricarsi
– la temperatura dell’ambiente in cui dormiamo dovrebbe essere intorno ai 18°C
– Dormire possibilmente 8 ore andando a letto attorno alle 22.55

La qualità di vita di una persona che si sveglia ripetutamente di notte o che non riesce ad addormentarsi come e quando vorrebbe può essere migliorata anche lavorando sulla prevenzione.
Lo dice la scienza, dormire fa bene:
– Favorisce la rigenerazione della pelle contro l’invecchiamento cutaneo,
– aiuta a dimagrire,
– allontana lo stress,
– disintossica l’organismo.

COME POSSIAMO AIUTARTI
Il primo passo consiste nel rispondere alle domande del test ( clicca qui ) . Se riconosci i sintomi e pensi di soffrire di apnea del sonno, la buona notizia è che possiamo aiutarti.
Attraverso strumenti avanzati e l’esperienza dei nostri esperti possiamo diagnosticare il disturbo e trovare la soluzione più adatta.
1. Prima visita in studio Mirò
2. Mediare presso il tuo domicilio effettua un monitoraggio cardio respiratorio notturno per individuare l’eventuale patologia
3. Sulla base dei dati rilevati, i nostri esperti suggeriscono l’approccio più adatto: visite di controllo / riposizionamento mandibolare / terapia con Narvall CC® TM
Chiamaci ora per prenotarti per una prima visita con il nostro specialista del sonno.

Leggi l’articolo Ansa – Salute e Benessere pubblicato sulle apnee notturne in Italia: leggi l’articolo

Related Posts
Miro sedazione cosciente protossido di azoto bambino dentista